Seleziona il tuo Paese


Come funziona il cromo

Reading Time: 3 minutes

Come funziona il cromo: tutto ciò che dovete sapere su questa importante sostanza nutritiva

Essendo uno dei minerali meno conosciuti, è normale che vi chiediate che cosa sia il cromo e come funziona. Il cromo è un minerale che aiuta il nostro corpo a metabolizzare carboidrati e grassi a livello microcellulare, con proprietà nutritive molto importanti. Questo minerale suscita interesse perché è efficace nell’equilibrare gli zuccheri nel sangue e perché molti affermano che aiuti a frenare la voglia di cibi dolci. Il cromo contribuisce alla riduzione dei livelli di zuccheri nel sangue perché migliora l’attività dei recettori dell’insulina nel corpo.1 In altre parole, aiuta il corpo a utilizzare meglio l’insulina.

Sapete dove si trova il cromo?

Gran parte del cromo viene fornito attraverso una dieta sana che comprende alimenti come cereali integrali, verdure fresche, in particolare mais e patate, e pesce. Una delle fonti più ricche è il lievito alimentare ed è presente anche nelle proteine in polvere e negli integratori.

Attraverso una dieta sana e varia, è probabile che si assuma una quantità sufficiente di cromo. Broccoli e prodotti derivati dall’uva sono alimenti ad alto contenuto di cromo.1

Perché il cromo è così importante per i diabetici?

Negli individui sani, l’ormone dell’insulina aiuta l’organismo a far entrare nelle cellule gli zuccheri da utilizzare per l’energia. Nelle persone affette da diabete di tipo 2 (il tipo più comune), le cellule perdono la loro sensibilità all’insulina. Questo fenomeno è noto come resistenza insulinica. Nella forma meno comune, la produzione di insulina è completamente azzerata, come nel caso del diabete di tipo 1, altrimenti noto come diabete infantile o giovanile.

Il passo più importante per ridurre l’insorgenza o la progressione del diabete è un cambiamento significativo dello stile di vita. La dieta e l’esercizio fisico sono essenziali per mitigare i rischi associati ai livelli incontrollati di glucosio nel sangue. Ma, nella realtà, tali cambiamenti sono spesso obiettivi difficili da raggiungere.

Il controllo del diabete (o la riduzione dell’avanzamento del prediabete) tramite farmaci presenta spesso effetti collaterali. Alcune ricerche, hanno rilevato che l’integrazione di cromo sotto forma di prodotti da banco mostra risultati promettenti nei soggetti obesi nella risposta e nell’utilizzo dell’insulina.2

I ricercatori ritengono che il cromo migliori le capacità leganti dell’insulina. È stata riscontrata un’associazione tra il diabete di tipo 2 e i livelli di cromo bassi. Quando i livelli di cromo dei partecipanti allo studio erano normali, le ricerche hanno rilevato una diminuzione del livello di glucosio nel sangue.

Uno studio pluriennale su larga scala, condotto su 62.000 partecipanti, ha analizzato il tasso di incidenza del diabete di tipo 2 rapportato all’assunzione di integratori di cromo (solitamente sotto forma di un multivitaminico che lo conteneva). I partecipanti che hanno assunto un integratore a base di cromo hanno riscontrato il 27% di probabilità in meno di sviluppare il diabete.3

Tuttavia, un altro studio ha evidenziato che il cromo può contribuire a ridurre i livelli glicemici a digiuno (in genere il livello di glucosio nel sangue al momento del risveglio al mattino, senza ingerire cibo per otto-dodici ore), ma questo non ha necessariamente migliorato i valori dell’A1C.4

L’A1C è un esame di laboratorio che, attraverso il sangue, determina il livello medio di glicemia di un individuo negli ultimi tre mesi.

Chi non soffre di diabete può comunque beneficiare del cromo?

In generale, le ricerche che hanno dimostrato gli effetti positivi del cromo sui livelli di glucosio del sangue, sono state eseguite su individui già affetti da diabete (e non su individui sani).5 Ciò potrebbe essere dovuto alla dieta che fornisce ampiamente la quantità di cromo necessaria per l’organismo.

Se non si soffre di diabete, il cromo può comunque avere effetti benefici, in particolare per chi cerca di ridurre il consumo di zuccheri o di perdere peso, come suggeriscono alcuni dati secondo cui il cromo può contribuire a frenare la voglia di cibo e a controllare l’appetito.5

Se siete diabetici o prediabetici, consultate il medico per considerare un’integrazione appropriata di cromo, che vi aiuti a supportare il cambiamento di stile di vita richiesto. Tuttavia, anche se siete in perfetta salute, è comunque importante assicurate un apporto adeguato di cromo per mantenervi sani.

  1. ods.od.nih. gov/factsheets/Chromium-HealthProfessional/ [] []
  2. Hua, Yinan, et al. “Molecular Mechanisms of Chromium in Alleviating Insulin Resistance.” The Journal of Nutritional Biochemistry, vol. 23, no. 4, Apr. 2012, pp. 313–319, doi:10.1016/j.jnutbio.2011.11.001.s []
  3. McIver, David J, et al. “Risk of Type 2 Diabetes Is Lower in US Adults Taking Chromium-Containing Supplements.” The Journal of Nutrition, vol. 145, no. 12, Dec. 2015, pp. 2675–2682, doi:10.3945/jn.115.214569. []
  4. Abdollahi, Mohammad, et al. “Effect of Chromium on Glucose and Lipid Profiles in Patients with Type 2 Diabetes; A Meta-Analysis Review of Randomized Trials.” Journal of Pharmacy & Pharmaceutical Sciences, vol. 16, no. 1, 2013, p. 99, doi:10.18433/j3g022. []
  5. Michelle D Althuis, Nicole E Jordan, Elizabeth A Ludington, Janet T Wittes. Glucose and insulin responses to dietary chromium supplements: a meta-analysis. The American Journal of Clinical Nutrition, Volume 76, Issue 1, July 2002, pp. 148–6155, https://doi.org/10.1093/ajcn/76.1.148. []