Seleziona il tuo Paese


Giardinaggio e benessere

Reading Time: 3 minutes

Perché il giardinaggio fa bene e come sfruttarlo a proprio vantaggio

Alcune persone amano il giardinaggio e lo considerano un hobby piacevole, mentre per altre è solo un compito noioso. In qualunque modo la pensiate, gli appassionati di giardinaggio o chi si dedica saltuariamente a questa attività saranno lieti di sapere che è strettamente legata al benessere. Dalla possibilità di fuggire dal grigio e freddo inverno al piacere di veder germogliare i semi e i bulbi piantati nella stagione primaverile, il giardinaggio ha una serie di vantaggi ai quali probabilmente non avete mai pensato o che avete dato per scontati.

Il giardinaggio è molto più di un hobby riservato a pensionati, anziani e nonne; questa attività ha conquistato anche le fasce d’età più giovani ed è inclusa in un numero crescente di programmi scolastici grazie ai benefici che offre. Popolari app per smartphone, come Plant Snap, blog come You Grow Girl e hashtag virali come #citygarden e #growyourfood incoraggiano i giovani a sporcarsi letteralmente le mani, il che è molto positivo, considerando che giardinaggio e benessere sono strettamente legati.

Giardinaggio per la salute mentale

Il giardinaggio è positivo per la salute fisica, mentale e sociale e la scienza lo dimostra.

Una meta-analisi ha evidenziato i benefici del giardinaggio nel ridurre ansia e depressione. Le persone che praticano il giardinaggio hanno indici di massa corporea (IMC) inferiori; tale parametro è lo standard aureo per stabilire il peso corretto dal punto di vista della salute. Gli appassionati di giardinaggio sono generalmente più appagati, hanno una qualità di vita migliore e sviluppano un senso di comunità più profondo.1

Oltre alla salute cerebrale, il giardinaggio contribuisce a migliorare la salute mentale. Aiuta a combattere lo stress e si è dimostrato più rilassante rispetto alla lettura o ad altri hobby. Inoltre, contribuisce a migliorare gli spazi dal punto di vista estetico e la bellezza delle nostre case, dei quartieri e delle città in cui viviamo influisce positivamente sulla qualità della nostra vita.

Tuttavia, i miglioramenti cognitivi e in termini di salute cerebrale rappresentano solo la punta dell’iceberg. In Australia, un gruppo di ricercatori ha seguito quasi 3.000 ultrasessantenni per 16 anni per capire meglio quali fattori associati allo stile di vita contribuissero alla comparsa o all’assenza di demenza. La pratica quotidiana di attività di giardinaggio si è rivelata uno dei principali fattori protettivi per i partecipanti.2

Un vantaggio per l’ambiente

Il giardinaggio o “coltivazione in proprio” contribuisce a migliorare l’ambiente. Le risorse utilizzate nell’agricoltura di massa contribuiscono al degrado ambientale globale, insieme ai combustibili utilizzati per trasportare gli alimenti, alla plastica per il confezionamento, ai pesticidi di dubbia sicurezza e alla qualità nutrizionale dei prodotti raccolti ancora acerbi, spediti verso destinazioni lontane e conservati per periodi molto più lunghi prima di essere consumati rispetto al passato. Per non parlare dei forti cambiamenti nel contenuto nutrizionale di frutta, verdura, cereali, semi e frutta secca. Se potete evitare anche solo una piccola parte di tutto questo con un giardino di erbe aromatiche sulla finestra della cucina, contribuirete ad aiutare l’ambiente e a migliorare le basi nutrizionali di tutta la famiglia, oltre ad avere il vantaggio di sapere da dove proviene ciò che mangiate e la tranquillità di conoscere il vostro coltivatore a microlivello.

Rapporto tra giardinaggio e benessere

Il mancato contatto con la natura ha raggiunto proporzioni epidemiche nel mondo sviluppato. I sostenitori della necessità di “vitamina N” (dove la “n” sta per “natura”) ritengono che anche andare nei piccoli parchi cittadini sia importante per uscire e che non ci sia bisogno di fare lunghe escursioni in boschi lontani. Il giardinaggio è un piccolo microcosmo del mondo naturale caratterizzato da un elemento di interattività. Una passeggiata nei boschi è appagante per la vista, l’olfatto e l’udito ma il giardinaggio soddisfa anche il tatto.

Un altro motivo di correlazione tra giardinaggio e benessere è la maggiore esposizione alla vitamina D, che aiuta a rafforzare il sistema immunitario e supporta la salute mentale. Inoltre, il contatto diretto del corpo con la terra ci collega al campo elettromagnetico naturale del nostro pianeta, che molto probabilmente rappresenta l’antidoto migliore nei confronti dell'”elettrosmog” causato da Wi-Fi, telefoni cellulari, 5G e campi elettromagnetici artificiali generati dall’imponente rete elettrica globale e dai suoi capillari circuiti per la distribuzione domestica.

Il giardinaggio come forma di esercizio

Pur non essendo una forma di esercizio convenzionale, il giardinaggio è un ottimo modo per fare movimento. La maggior parte delle attività di giardinaggio non vi farà certamente sudare come una corsa o una nuotata, ma può comunque aiutarvi a restare in forma mantenendovi agili e flessibili.

Accovacciarsi per strappare le erbacce, piegarsi per piantare un seme e ruotare il busto per ammucchiare la terra intorno a una pianta sono solo alcuni dei movimenti funzionali associati al giardinaggio.

Rimarrete stupiti dal vostro appetito dopo alcune ore di giardinaggio, a conferma di quante calorie si possono bruciare.

  1. Soga, Masashi, et al. “Gardening Is Beneficial for Health: A Meta-Analysis.” Preventive Medicine Reports, vol. 5, 2017, pp. 92-99. doi:10.1016/j.pmedr.2016.11.007. []
  2. Simons, Leon A, et al. “Lifestyle Factors and Risk of Dementia: Dubbo Study of the Elderly.” Medical Journal of Australia, vol. 184, n. 2, 2006, pp. 68-70. doi:10.5694/j.1326-5377.2006. tb00120.x. []