Seleziona il tuo Paese


La positività può condurre alla felicità?

Reading Time: 4 minutes

Talvolta ci troviamo ad affrontare situazioni inaspettate. All’improvviso veniamo travolti da avvenimenti imprevisti difficili da gestire,  non necessariamente gravi, ma semplicemente inattesi e non controllabili. Che cosa facciamo?

Probabilmente il vostro primo pensiero sarà “Dove ci porterà tutto questo?”. Il nostro obiettivo è farvi comprendere che anche se non avete potuto evitare in alcun modo l’imprevisto, potete scegliere come affrontarlo e riprendere il controllo della situazione.

Potete scegliere di fuggire, di nascondere la testa sotto la sabbia e di non affrontare il problema, oppure potete decidere di ignorarlo sperando che si risolva da sé e che tutto torni alla normalità. Potete lasciarvi assorbire completamente dal problema e trasformarlo in un’ossessione, ma potete anche adottare un approccio positivo, trasformare i pensieri negativi e scomporre il problema in più parti da gestire singolarmente. In questo modo, eviterete di essere sopraffatti dalla situazione e potrete affrontarla con una carica maggiore. Come afferma sempre il nostro fondatore, Bob Lemon, “Concentratevi su ciò che volete, non su ciò che non volete”.  

Come fare? Fortunatamente possiamo contare su numerosi strumenti, alcuni dei quali sono già stati descritti nella nostra Lifeplus formula. Quelli che secondo noi meritano maggiore attenzione sono:

  • consapevolezza e meditazione
  • affermazioni positive
  • ecoterapia
  • floriterapia e
  • attività fisica e sonno

Iniziamo con la positività. Da dove deriva?

Può sembrare una domanda sciocca, visto che sappiamo che viene da dentro e dal nostro modo di pensare e di comportarci. Come affermò William James, fratello dello scrittore Henry James, nel libro Principi di psicologia nel 1890, la relazione tra emozione e comportamento è una strada a doppio senso.

Sappiamo tutti che il nostro comportamento tendenzialmente rispecchia il nostro stato d’animo, sia quando siamo tristi sia quando siamo felici. Tuttavia, James ha teorizzato che se riuscissimo a invertire questa correlazione e ci comportassimo come se fossimo felici, ci sentiremmo effettivamente felici1 . Lo stesso vale per la positività. James ritiene che la teoria del pensiero positivo può essere applicata al comportamento, cioè dovremmo riuscire a trasformare le nostre sensazioni di negatività agendo in modo positivo. Le affermazioni positive sono un ottimo punto di partenza. Pronunciarle ad alta voce può aiutarci ad adottare un atteggiamento positivo, che a sua volta condiziona il nostro approccio mentale. Pensate agli aspetti positivi della vostra vita. Non sarebbe una cattiva idea scrivere un elenco di tutti gli eventi positivi che avete vissuto alla fine di ogni anno. Concentratevi sempre su ciò che volete, non su ciò che non volete.

La positività ci viene anche trasmessa da chi ci sta vicino. Provate a circondarvi di persone positive; presto vi renderete conto che la positività si trasmette. Ma è vero anche il contrario, perché le emozioni sono molto contagiose.

Purtroppo non è sempre facile assumere un atteggiamento positivo nei confronti di una determinata situazione. A volte ciò che appare come un problema troppo grande da affrontare lo è realmente. Quanto meno lo è il modo in cui lo percepite. Il consiglio è quello di scomporlo in più parti. Ma dove possiamo trovare la positività?

Concentrarvi sul presente vi sarà di aiuto. Consapevolezza, meditazione, ecoterapia e floriterapia sono ottimi punti di partenza.  

Attività fisica per la positività

Quando pratichiamo attività fisica, il nostro corpo rilascia le endorfine, le sostanze chimiche della felicità, ed è molto più facile provare sentimenti positivi quando siamo felici. Iniziate la giornata con una camminata a passo veloce, se possibile. Se il tempo lo permette, provate a seguire una sessione di ecoterapia. “Siate presenti” e cercate di percepire tutto ciò che vi circonda: il panorama, gli odori, i suoni. Oppure, se avete la fortuna di vivere in campagna o vicino a un parco, provate a partecipare a una breve sessione di floriterapia.  Il giardinaggio è un ottimo modo per fare esercizio a contatto con la natura; la pratica dello yoga vi aiuterà a focalizzare i vostri pensieri e l’esercizio fisico vi aiuterà a ridimensionare i problemi.  I benefici che l’attività fisica ha sulla salute mentale non sono sopravvalutati.

Sonno e salute mentale

“Dopo una notte di sonno tranquillo tutto sembrerà migliore”. Lo abbiamo sentito dire molte volte, ma è la verità. Dormire è importante.  Durante il sonno, l’organismo innesca meccanismi di crescita, guarigione e riparazione e il cervello si prepara al giorno successivo elaborando, consolidando e archiviando le informazioni.

Ansia e preoccupazioni pregiudicano la qualità del sonno ed è facile che si inneschi un circolo vizioso. Preoccupazioni e stress compromettono il sonno, la stanchezza si accumula e influisce sulla nostra capacità di gestire la vita di tutti i giorni; tutto questo si ripercuote sulla nostra autostima creando stress e preoccupazioni e dando vita a un ciclo infinito2 .  Il Royal College of Psychiatrists3 ci fornisce alcuni eccellenti suggerimenti per migliorare la qualità del sonno. Ad esempio, praticare attività fisica, rilassarsi e annotare i pensieri spiacevoli prima di coricarsi induce la mente a smettere di pensare e a rimandare i problemi il giorno seguente; dopo un sonno ristoratore sarà tutto più semplice.

Risveglio

Può sembrare scontato, ma svegliarsi ascoltando una canzone allegra anziché il notiziario vi aiuterà a iniziare la giornata con maggiore positività. Secondo il musicoterapeuta David M Greenberg4 , il brano da scegliere per svegliarsi al mattino dovrebbe essere caratterizzato da tre elementi:

  • dovrebbe spingervi dolcemente fuori dal letto e aumentare gradualmente i vostri livelli di energia,
  • dovrebbe essere positivo e
  • dovrebbe avere un ritmo veloce (tra 100 e 130 battiti circa).

Sono tanti i brani, di vari generi musicali, che hanno queste caratteristiche, ad esempio Viva La Vida dei Coldplay, Lovely Day di Bill Withers e Walking on Sunshine di Katrina & The Waves. Probabilmente avrete già la vostra canzone allegra preferita: ascoltatela di prima mattina e noterete la differenza.

Ci auguriamo che abbiate compreso come, riprendendo il controllo, potete infondere positività nella vostra vita. Così facendo sarete in grado di seguire il consiglio di Bob Lemon di “concentrarvi su ciò che volete e non su ciò che non volete”.

  1. https://www.theguardian.com/science/2012/jun/30/self-help-positive-thinking []
  2. https://www.mind.org.uk/information-support/types-of-mental-health-problems/sleep-problems/sleep-problems/ []
  3. https://www.rcpsych.ac.uk/mental-health/problems-disorders/sleeping-well []
  4. https://www.insider.com/songs-to-help-you-wake-up-2017-4 []